Decreto ristori quater: finalmente delle buone notizie per gli agenti di commercio.

Aggiornato il: mar 4


Breaking news: aggiornamento per agenti di commercio.




Buone notizie.

Dopo il grido di dolore di un'intera categoria che si è vista recentemente esclusa dai sostegni previsti dal Decreto Ristori e Ristori bis, il Governo, in data 20 novembre, ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto "Ristori Quater".

Nell'articolo 6 del Decreto si estende ulteriormente la platea dei beneficiari cui spetta il contributo a fondo perduto previsto dall’Art 1 del DL 137/2020, già noto come Decreto Ristori, che ricordiamo è stato pensato per fornire misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno sostegno economico ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.


Tra questi, finalmente aggiungiamo noi, figurano varie categorie di agenti di commercio, mediatori e procacciatori, regolati per codici ATECO e che potranno beneficiare di un indennizzo a fondo perduto.


Di seguito i nuovi ammessi al sostegno, elencati per codice ATECO (in grassetto)


46 12 01 - Agenti e rappresentanti di carburanti, gpl, gas in bombole e simili-lubrificanti

46 14 03 - Agenti e rappresentanti di macchine ed attrezzature per ufficio

46 15 01 - Agenti e rappresentanti di mobili in legno, metallo e materie plastiche

46 15 03 - Agenti e rappresentanti di articoli casalinghi, porcellane, articoli in vetro eccetera

46 15 05 - Agenti e rappresentanti di mobili e oggetti di arredamento per la casa in canna, vimini, giunco, sughero, paglia-scope, spazzole, cesti e simili

46 15 06 - Procacciatori d'affari di mobili, articoli per la casa e ferramenta

46 15 07 - Mediatori in mobili, articoli per la casa e ferramenta

46 16 01 - Agenti e rappresentanti di vestiario ed accessori di abbigliamento

46 16 02 - Agenti e rappresentanti di pellicce

46 16 03 - Agenti e rappresentanti di tessuti per abbigliamento ed arredamento (incluse merceria e passamaneria)

46 16 05 - Agenti e rappresentanti di calzature ed accessori

46 16 06 - Agenti e rappresentanti di pelletteria, valige ed articoli da viaggio

46 16 07 - Agenti e rappresentanti di articoli tessili per la casa, tappeti, stuoie e materassi

46 16 08 Procacciatori d'affari di prodotti tessili, abbigliamento, pellicce, calzature e articoli in pelle

46 16 09 - Mediatori in prodotti tessili, abbigliamento, pellicce, calzature e articoli in pelle

46 17 01 - Agenti e rappresentanti di prodotti ortofrutticoli freschi, congelati e surgelati

46 17 02 - Agenti e rappresentanti di carni fresche, congelate, surgelate, conservate e secche; salumi

46 17 03 - Agenti e rappresentanti di latte, burro e formaggi

46 17 04 - Agenti e rappresentanti di oli e grassi alimentari: olio d'oliva e di semi, margarina ed altri prodotti similari

46 17 05 - Agenti e rappresentanti di bevande e prodotti similari

46 17 06 - Agenti e rappresentanti di prodotti ittici freschi, congelati, surgelati e conservati e secchi

46 17 07 - Agenti e rappresentanti di altri prodotti alimentari (incluse le uova e gli alimenti per gli animali domestici); tabacco

46 17 08 - Procacciatori d'affari di prodotti alimentari, bevande e tabacco

46 17 09 - Mediatori in prodotti alimentari, bevande e tabacco

46 18 22 - Agenti e rappresentanti di apparecchi elettrodomestici

46 18 92 - Agenti e rappresentanti di orologi, oggetti e semilavorati per gioielleria e oreficeria

46 18 96 - Agenti e rappresentanti di chincaglieria e bigiotteria

46 18 97 - Agenti e rappresentanti di altri prodotti non alimentari nca (inclusi gli imballaggi e gli articoli antinfortunistici, antincendio e pubblicitari)

46 19 01 - Agenti e rappresentanti di vari prodotti senza prevalenza di alcuno

46 19 02 - Procacciatori d'affari di vari prodotti senza prevalenza di alcuno

46 19 03 - Mediatori in vari prodotti senza prevalenza di alcuno



Ricordiamo a tutti che le domande di contributo relative al Ristori e Ristori bis si dovranno presentare entro il 15 Gennaio 2021.

La trasmissione dell'istanza all’Agenzia delle entrate dovrà avvenire sotto forma telematica, attraverso queste modalità:

  • l’applicazione desktop telematico. La trasmissione può essere effettuata, per conto del soggetto richiedente, anche da parte di un intermediario delegato al servizio del “Cassetto fiscale” dell’Agenzia delle entrate o al servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici” del portale “Fatture e Corrispettivi” oppure appositamente delegato con autodichiarazione nel presente modello. Attraverso questa modalità è possibile inviare fino a 500 istanze con un’unica fornitura.

  • servizio web, disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle entrate, direttamente, da parte dei soggetti richiedenti abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia o da parte di un intermediario delegato al servizio “Cassetto fiscale” o al servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”

47 visualizzazioni0 commenti