top of page

Promised Land - Una riflessione sul rapporto tra etica e affari

Aggiornamento: 25 ott 2023

Cinema & Lavoro è la sezione dedicata a tutti i nostri utenti cinefili

dove andremo a raccogliere i migliori film sul mondo del lavoro.

Promised Land, Gus Van Sant, 2012 (USA).




Film attuale in questo periodo di razionamenti energetici, di speculazioni dei mercati finanziari e di corsa agli approvvigionamenti.


Il mondo del lavoro è un terreno fertile per la narrazione cinematografica, e il regista Gus Van Sant ha offerto una prospettiva unica su questa tematica attraverso il suo film "Promised Land". Uscito nel 2012, il film esplora il complicato rapporto tra l'industria energetica, i suoi dipendenti e le comunità locali colpite dalla ricerca di risorse naturali. In questo articolo, esamineremo come "Promised Land" cattura le sfide etiche, i conflitti e le aspirazioni legate al lavoro in una società in evoluzione.


La Sinossi di "Promised Land" di Gus Van Sant

"Promised Land" è un film diretto da Gus Van Sant e scritto da John Krasinski e Matt Damon, che sono anche i protagonisti del film. La trama segue Steve Butler (interpretato da Damon) e Sue Thomason (interpretata da Frances McDormand), due venditori di una grande azienda energetica che cercano di ottenere contratti per l'estrazione di gas naturale tramite la tecnica dell'idraulica a fratturazione idraulica, o "fracking", in una piccola comunità agricola. Tuttavia, incontrano l'opposizione dei residenti locali e di un ambientalista, Dustin Noble (interpretato da John Krasinski).


La Rappresentazione del Mondo del Lavoro

"Promised Land" getta una luce intensa sul mondo del lavoro nell'industria energetica e come esso interagisca con le comunità locali. Gli scenari rurali del Midwest americano forniscono un'ambientazione perfetta per riflettere le sfide etiche e sociali che emergono dall'estrazione del gas naturale tramite il fracking.

Il film mostra chiaramente il conflitto tra gli interessi economici e le preoccupazioni ambientali, mettendo in evidenza le difficili decisioni che i lavoratori dell'industria energetica devono affrontare quando il loro lavoro entra in collisione con la sostenibilità ambientale e il benessere delle comunità locali.


Le Sfide Etiche e Morali

Uno dei punti centrali di "Promised Land" è la lotta di Steve Butler con le sue stesse convinzioni etiche. Inizialmente determinato a concludere i contratti di fracking, Steve si scontra con il fatto che la sua azienda potrebbe danneggiare irrimediabilmente l'ambiente locale e la vita delle persone. Questo conflitto interiore è un aspetto chiave del film e richiama l'attenzione sui dilemmi etici che spesso accompagnano il lavoro in industrie a rischio ambientale.

L'opposizione dei residenti locali e di Dustin Noble, l'ambientalista interpretato da Krasinski, mette Steve e Sue in una posizione difficile. Questo conflitto tra gli interessi aziendali e le preoccupazioni etiche solleva domande fondamentali sulla responsabilità delle imprese e la necessità di bilanciare i profitti con l'etica.


Impatto sulle Comunità Locali

"Promised Land" offre un'immagine schietta dell'impatto dell'industria energetica sulle comunità locali. Molti residenti della piccola città, inizialmente entusiasti dei contratti di fracking, iniziano a comprendere le conseguenze a lungo termine sul loro ambiente, sulla salute e sulla qualità della vita.

Questo aspetto del film pone l'accento sull'importanza di coinvolgere le comunità locali nelle decisioni riguardanti lo sviluppo industriale. Il film riflette l'importanza di un dialogo aperto e trasparente tra le aziende e le comunità locali per mitigare gli effetti negativi e lavorare verso una convivenza sostenibile.


La Ricerca della Realtà nel Lavoro

Un tema ricorrente in "Promised Land" è la ricerca della realtà nel lavoro. Il personaggio di Steve Butler è il rappresentante dell'azienda che viaggia per firmare contratti. Nel corso del film, Steve inizia a mettere in discussione la sua percezione della realtà, in particolare quando scopre che le informazioni fornite dall'azienda potrebbero non essere del tutto veritiere.

Questo aspetto del film solleva l'importante questione dell'onestà e della trasparenza nell'ambito del lavoro. Invita spettatori e lavoratori a esaminare criticamente le informazioni e a cercare la verità, soprattutto quando il loro lavoro può avere impatti significativi sulle vite delle persone e sull'ambiente.


Quando la vendita non è al servizio dell'etica.

Il protagonista, Steve Butler (interpretato da Matt Damon) e la sua collega Sue Thomason (la sempre bravissima Frances McDormand) sciorina il manuale delle tecniche di vendita, dimostrandoci cosa vuol dire vendere con assertività: conoscere le esigenze del cliente (in questo caso, giocare sull'economia stagnante della cittadina), indurre il bisogno (la necessità degli abitanti di un maggior benessere e di poter aspirare ad una vita "migliore"), offrire al cliente la soluzione (la pioggia di $ in arrivo dalla compagnia).

Inoltre, provenendo egli stesso da una zona rurale, il protagonista conosce perfettamente il contesto in cui si sta muovendo e questo gli permette di comprendere la psicologia dei potenziali "clienti": sa già quali saranno le obiezioni che dovrà smontare e quali argomentazioni e leve commerciali dovrà utilizzare.


Conclusioni

In conclusione, "Promised Land" di Gus Van Sant è un film che offre uno sguardo profondo e coinvolgente sul mondo del lavoro nell'industria energetica e i dilemmi etici, sociali ed economici ad esso associati. Il film solleva questioni importanti sull'etica, l'ambiente, la responsabilità delle aziende e la ricerca della verità nel lavoro.

"Promised Land" rappresenta una fonte di riflessione per il pubblico, gli ambientalisti e i decisori aziendali. Ci invita a esaminare le complesse implicazioni del lavoro in industrie ad alto impatto ambientale e a cercare un equilibrio tra i benefici economici e la sostenibilità a lungo termine. È un richiamo all'importanza di un dialogo aperto, di decisioni informate e dell'etica nel mondo del lavoro.



Film scorrevole, durata 106 minuti.






89 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page